Informazioni sui prodotti

Domande e Risposte su preparazione, applicazione e utilizzo dell’hennè e delle polveri Arte d’Erbe Phitofilos. Guida pratica alle colorazioni naturali ottenibili, consigli utili per la copertura dei capelli bianchi e per la valorizzazione e la cura della chioma con prodotti 100% naturali.

La preparazione della pastella è una fase essenziale per la riuscita dell’applicazione. Se risulta essere troppo densa può pregiudicare l’azione dell’hennè e delle polveri d’erbe: si rischia di ottenere una mancata copertura/riflessatura o anche un risultato non uniforme.

VAI AI CONSIGLI

L’ossidazione è una delle tappe fondamentali del processo di formazione del pigmento nella pastella. Dagli studi effettuati, si è scoperto che queste piante tintorie non hanno in sé il pigmento già pronto e misurabile. Nelle polveri di queste piante essiccate si trovano solo dei precursori del pigmento che, in seguito alla preparazione con acqua bollente (che ne permette l’estrazione) e grazie al processo di ossidazione, formano poi il pigmento naturale che consente la “colorazione del capello”. Quindi questi precursori grazie all’acqua e all’ossigeno danno origine al pigmento di colore, presente nella pastella, che viene poi applicato su testa. Per la formazione di questi pigmenti di colore è molto importante anche il tipo di “ambiente” in cui avviene il processo di ossidazione della pastella. Si è misurato che il terreno ideale per l’ottenimento dei pigmenti come il rosso e il giallo è l’ambiente acido (ad esempio per il ramato della lawsonia), per i toni scuri/freddi invece serve un ambiente basico (come il caso dell’indigofera). E’ questo uno dei motivi per cui diciamo che, per ottimizzare la capacità tintoria della maggior parte delle miscele, serve aggiungere un “vettore acido” (come riportato sui libretti info presenti nelle confezioni) quale lo yogurt, l’aceto oppure il limone. Il vettore acido serve anche per il legame tra “capello leggermente shampato” e pastella, a livello di pH (ma qui meglio non entrare troppo sul tecnico). Nel caso di acidificazione della pastella serve del tempo (di solito si consigliano 6-8 ore) per ottenere il pieno sviluppo dell’ambiente ideale alla formazione completa del pigmento in pastella, non tanto ne serve invece per l’ossidazione come spesso si dice, che invece impiega meno tempo di solito.
Concludendo, l’acidificazione migliora il risultato soprattuto del legame tra pigmento e capello e favorisce la formazione del pigmento stesso. L’ossidazione è invece proprio FONDAMENTALE come passaggio del processo ed avviene nel momento in cui si prepara la pastella, avviene su testa nel tempo di posa, avviene dopo il risciacquo finale e per almeno tutto il giorno successivo al trattamento (per questo a volte si chiede di attendere almeno un paio di giorni per fare correzioni alla nuance ottenuta, che può prendere forza nelle ore successive). Alcune polveri, come ad esempio l’Indigofera, hanno tempi di ossidazione più lenti e quindi a volte conviene attendere anche 2-4 ore prima dell’applicazione della pastella, non utilizzando nessun vettore acido, in modo che i cristalli di indigotina si formino nel composto da applicare invece di aspettare che la nuance viri direttamente su testa. Per le altre, a meno di attese per l’acidificazione della pastella, le 4 ore non sono un tempo necessario per l’ottenimento pieno del colore (possono bastare anche 1-2 ore). Se rimangono, comunque, anche le 6-8 ore in ossidazione male non fa alla pastella!

Certo che li coprono! Ovviamente bisogna capire meglio il concetto di capelli bianchi.
Mediamente fin dalle prime applicazioni si riesce ad avere una copertura completa di chiome con bianchi su testa fino ad un 30-40 %. Poi queste % possono essere più o meno alte a seconda del tipo di capello e della sua recettività, a seconda del tipo di erbe o mix di erbe tintorie che si è scelto. Alcune tingono di più altre meno. Poi è molto importante seguire la procedura ottimale nella preparazione della pastella e nell’applicazione della stessa. Infine bisogna vedere da quanto tempo si fanno le erbe tintorie: ragazze che sono partite ai primi bianchi con i nostri trattamenti arrivano serenamente al 60-70% di bianchi andando avanti negli anni.
Quindi la risposta è: assolutamente sì.
Bisogna soltanto essere informati, consapevoli, realisti, sognatori e curiosi allo stesso tempo, puntare sulla natura e su i suoi benefici in termini di salute, sperimentare e cercare l’esperienza nell’uso e coltivare la pazienza nel conoscersi e conoscere la materia prima…
…Insomma, la risposta è agile come il meraviglioso gioco della vita, semplice e complicata allo stesso tempo.

Dal punto di vista della salute, non ci sono assolutamente controindicazioni nella miscelazione di più prodotti Arte d’Erbe. L’unico inconveniente potrebbe essere quello di ottenere una nuance diversa rispetto a quella che si intendeva ottenere. Bisogna di certo conoscere un po’ le erbe prima di lanciarsi in miscele personalizzate, ma la curiosità e la sperimentazione sono il vero modo per migliorare i propri risultati. La prova preventiva su ciocca nascosta sarà la prima soluzione per evitare sorprese colorate!
Bisogna considerare che dai colori primari (magenta, giallo e ciano) si possono ottenere tutti gli altri colori. Nel caso delle erbe tintorie da noi utilizzate tali colori sono rappresentati rispettivamente da Henné Rosso, Rabarbaro e Henné Nero. La difficoltà (o il bello) sta nel bilanciare questi colori nella miscelazione e nel capire come mettere in sinergia la miscela con il colore di partenza del capello che si intende riflessare. A quel punto entrano in gioco tutti i correttori di colore e le erbe di rinforzo dei toni, quindi il Mallo di Noce puro, l’Ibisco, la Curcuma (questa molto coprente come il Rabarbaro, ma con acuti spunti freddi), la polvere di Robbia e via dicendo.
Con il tempo e con l’esperienza è possibile giocare in modo sempre più sapiente con le varie miscele e creare nuance uniche e personali. Molto spesso le nostre miscele già pronte (preparate da noi e ponderate nei toni) non sono che il punto di partenza per chi ama le riflessature naturali. Possono essere la base per proprie miscele personalizzate, calibrate in base al proprio capello e alla propria recettività nell’alchimia del colore.
Le polveri vegetali Arte d’Erbe sono colore e salute, il resto è alla fantasia di chi le impara ad usare.

Informazioni generali

Al momento i metodi di pagamento accettiati sono:
-PayPal
-Pagamento in contanti con contrassegno
-Bonifico Bancario

Di seguito i costi di spedizione

-costo spedizione € 5.90 per importi fino a 49.90
-costo spedizione € 7.90 per importi fino a 49.90 (isole)
-gratuita per importi superiodi a € 50.00
-supplemento per pagamento in contrasegno:  € 3.50

Per sapere come vengono trattati i tuoi dati ti consigliamo di leggere attentamente l’informativa privacy che può essere consultata cliccando nel link di seguito:
INFORMATIVA PRIVACY

Ordini e resi

Click on a Product Photo or Product Name to see more detailed information. To place your order, choose the specification you want and enter the quantity, and click ‘Buy Now’.

Please enter the required information such as Delivery Address, Quantity Type etc. Before clicking “Place Order”, please check your Order Details carefully. If you want to add a new Delivery Address, click ” Add a new address”. If you want to edit a current Delivery Address, click ‘Edit this address’. After confirming your Order, you will be automatically taken to the Payment page.

Go to Your Orders. Click Cancel Items. Note: Select the checkbox next to each item you wish to remove from the order. If you want to cancel the entire order, select all of the items. Click Cancel checked items when finished.

Puoi contattarci tramite email all’indirizzo info@phitofilos.it o compilando il modulo di contatto nella pagina del sito CONTATTI

Non hai trovato la risposta che cercavi?